Loading...

Nei dati SWG c'è tutto quel che serve per capire cosa pensano gli italiani e cosa succederà.

News & Post

29/05/2020 

Cresce la rabbia degli italiani. Occhio: può diventare uno tsnunami.

di Roberto Arditti

Ci sono le mascherine sul volto, i cartelli tra le mani e poi, a rendere il dissenso ancora più scenografico, c’è il tintinnio dei mazzi di chiavi dei negozi e la distesa di sedie vuote proprio come i bar e i ristoranti in questi mesi. Cambia l’ambientazione ma il copione è sempre lo stesso: da Alessandria a Lipari, da Milano a Cosenza, le piazze italiane sono in ebollizione.

Leggi tutto

23/05/2020 

Uscire di casa. È la voglia degli italiani

di Roberto Arditti

“Non è tempo di movida” ha ribadito in Parlamento Giuseppe Conte nel tentativo di tenere a freno la voglia di socialità che dai Navigli al lungomare di Bari attraversa l’Italia intera. Istantanee di assembramenti che hanno fatto il giro del web scatenando reazioni contrastanti: per alcuni si tratta di un atteggiamento irresponsabile che ci farà ripiombare nel baratro dei mesi passati, per altri è una criminalizzazione eccessiva che distoglie l’attenzione dal comportamento ligio e responsabile della stragrande maggioranza dei cittadini.

Ma davvero gli italiani hanno interpretato la fase 2 come se fosse un “liberi tutti”?

Leggi tutto

16/05/2020 

Silvia Romano: più della metà degli italiani contro il riscatto

di Roberto Arditti

Un esempio di coraggio, un simbolo di libertà, una vittima, un’ingrata e persino un’amica dei terroristi.

In appena 7 giorni su Silvia “Aisha” Romano si è riuscito a dire tutto è il contrario di tutto. Tra reazioni scomposte, dietrologie e facili elogi, il rilascio della cooperante italiana si è trasformato nell’ennesima occasione di bagarre politica restituendoci l’immagine di un Paese diviso su ogni questione.

Leggi tutto

08/05/2020 

Gli italiani in (precario) equilibrio tra Washington e Pechino

di Roberto Arditti

Ha serpeggiato per settimane nelle dichiarazioni al vetriolo del Presidente Trump e nelle allusioni sempre più frequenti dell’intelligence americana, poi di colpo il sospetto si è tramutato in certezza granitica, scolpita nelle parole lapidarie del Segretario di Stato Pompeo. Ci sono le prove, “a significant amount of evidence”, il virus è partito dal laboratorio di Wuhan sostiene Pompeo in un tonico attacco frontale in perfetto stile trumpista. “Clown bugiardi” replica il quotidiano del popolo voce ufficiale del Partito comunista cinese.

Insomma, la tensione tra Washington e Pechino è alle stelle, il COVID ha acceso una volta per tutte la miccia degli sconvolgimenti geopolitici.

 

Leggi tutto

01/05/2020 

Il Virus? È uscito da un laboratorio per (quasi) la metà degli italiani

di Roberto Arditti

Il Coronavirus è fuoriuscito da un laboratorio. Non è più soltanto l’affermazione di qualche isolato complottista, adesso a sostenerlo è quasi la metà degli italiani.

La teoria più bizzarra sull’origine della pandemia che sta paralizzando il mondo intero fa capolinea nell’opinione pubblica del nostro Paese finendo per diventare una tesi capace di attecchire ben oltre le nicchie cospirazioniste.

A prendere per buona la “versione del laboratorio”, come ci mostra una sbalorditiva rilevazione di SWG, è ben il 47% degli italiani.

Leggi tutto

24/04/2020 

Torna di moda lo Stato Centrale

di Roberto Arditti

C’è chi vuole ripartire subito bruciando le tappe fissate dal governo, chi invoca la prudenza chiedendo di proseguire sulla strada delle restrizioni e chi minaccia addirittura di chiudere i confini. Sull’imminente fase 2 la confusione regna sovrana e nell’attesa di capirci qualcosa le Regioni procedono in ordine sparso. Di fronte al caos istituzionale gli italiani però rispondono con chiarezza: vogliamo un unico direttore d’orchestra.

Leggi tutto

17/04/2020 

L' Italia sospesa: dilaga l'incertezza

di Roberto Arditti

È ben oltre la metà degli italiani a dirlo con franchezza: abbiamo meno paura del virus ma guardiamo con ansia al futuro.

Sì perché lo svettare in cima ai sentimenti degli italiani dell’incertezza è il segno che stiamo prendendo le misure alla pandemia (di cui vediamo tutta la pericolosità ma di cui stiamo imparando a gestire gli effetti sulla vita individuale e di relazione), ma anche che non riusciamo a capire bene quale futuro ci attende.

 

Leggi tutto

10/04/2020 

Gli italiani vogliono tornare a lavorare (in sicurezza). I dati SWG parlano chiaro.

Di Roberto Arditti

Tanti la invocano, molti sperano che arrivi il prima possibile ma nessuno sa veramente come sarà. È la fase 2 dell’emergenza COVID, quella della ripartenza dopo l’isolamento, quella dell’Italia che prova a reagire dopo il lockdown che l’ha paralizzata da Nord a Sud.

Impossibile però un ritorno immediato alla normalità. Sarà un percorso graduale fatto di allentamenti e riaperture progressive e non si possono neppure escludere nuovi stop and go. Una strada tutta in salita che richiederà la massima prudenza nella gestione ma soprattutto un atteggiamento a dir poco “stoico” da parte dei cittadini.

Per questa ragione diventa centrale testare la tenuta psicologica degli italiani e capire se sono consapevoli che quella che li attende nei mesi a venire non sarà la vita di sempre.

Leggi tutto

03/04/2020 

Sorveglianza digitale? Gli italiani favorevoli al modello Corea del Sud

di Roberto Arditti

Si chiama Corona 100m ed è l’applicazione più scaricata del momento in Corea del Sud. Un sistema di geolocalizzazione e telecamere di sorveglianza che traccia e rende parzialmente pubblici i movimenti delle persone positive al COVID-19.

È solo la punta dell’iceberg di quello che viene descritto come un vero e proprio “modello sudcoreano” fatto di tamponi a tappeto, big data e tanto controllo digitale.

Leggi tutto

27/03/2020 

Bene Protezione Civile e Regioni, abbastanza bene Governo, male Europa: ecco le pagelle degli italiani

di Roberto Arditti

6 ore di vertice per stabilire un rinvio di 14 giorni. È in questi numeri che emerge plasticamente tutta la fragilità dell’Europa intergovernativa, troppo lenta e farraginosa per un mondo che cambia alla velocità della luce e per un’emergenza sanitaria ed economica che richiede risposte immediate.

“Gli europei si ricorderanno di chi c’è stato per loro e di chi non c’è stato” ha ammonito la Presidente della Commissione UE Von der Leyen nel tentativo di smuovere Bruxelles dalla sua inerzia.

Ma secondo il giudizio degli italiani l’Europa ha fatto abbastanza per aiutarli a fronteggiare l’impatto del COVID-19?

Leggi tutto

20/03/2020 

Ma quanto ci costa il virus?

Di Roberto Arditti

Si dice che un minimo battito d'ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall'altra parte del mondo.

In tanti hanno utilizzato la celebre metafora del “butterfly effect” per spiegare come la connettività sia il destino dell’umanità, ma mai come in questa situazione ne stiamo sperimentando le conseguenze nel nostro quotidiano.

Anche se le ali in questione sembrerebbero essere quelle di un pipistrello, la dinamica è pressoché la stessa: da un mercato locale nell’entroterra cinese fino a quello globale paralizzato dall'emergenza Coronavirus.

Leggi tutto

17/03/2020 

Il tempo della paura

Di Roberto Arditti

Intimorita, arrabbiata, con il fiato sospeso ma soprattutto intensamente malinconica. È l’Italia in isolamento, sempre più fragile emotivamente e alla ricerca di una boccata di speranza nei “concerti” sui balconi.

La fotografia dello stato d’animo del nostro Paese in questi giorni così inverosimili ce la restituisce l’osservatorio SWG sul Coronavirus.

Leggi tutto

06/03/2020 

Noi e il virus: non siamo già più quelli di prima

Di Roberto Arditti

Il ministro dell’interno Seehofer che respinge la mano tesa della cancelliera Merkel, il vicepresidente americano Pence che sostituisce il tradizionale handshake con un alternativo colpo di gomito, il premier israeliano Netanyahu che si congeda dalla stampa con il commiato indiano “namastè” e perfino Magufuli capo di governo della Tanzania che adotta un originale saluto con piedi per i suoi colloqui con gli esponenti dell’opposizione.

Il coronavirus sta stravolgendo i comportamenti di tutti, compresi i protocolli più rigidi.

 

Leggi tutto

28/02/2020 

Adesso curiamo il PIL

Di Roberto Arditti

Per alcuni è poco più di una semplice influenza, per altri un morbo da isolare ad ogni costo. Sul Corona Virus ne stiamo sentendo di tutti i colori, ma resta una sola grande certezza: il paziente che rischia di essere colpito più duramente si chiama PIL.

Leggi tutto

21/02/2020 

Renzi alla guerra dei numeri

Di Roberto Arditti

Matteo Renzi è tornato a interpretare il ruolo che gli riesce meglio: il rottamatore. Questa volta nel mirino del leader di Italia Viva c’è il premier Giuseppe Conte, leader di un governo che proprio l’ex sindaco di Firenze ha tenuto a battesimo ma che però lo obbliga ad un convivenza con PD e M5S che (per ragioni diverse) gli sta decisamente stretta.

 

 

Leggi tutto

14/02/2020 

Merkeliani o Trumpisti? La politica estera divide gli italiani

Di Roberto Arditti

Tutti la invocano, molti la criticano, alcuni ne denunciano la totale inconsistenza. La politica estera del nostro Paese è il vero pomo della discordia che divide sideralmente il fronte europeista da quello sovranista.

Ma tra l’approccio “merkeliano” cooperativo e machiavellico e quello “trumpista” muscolare e decisionista, gli italiani cosa preferiscono?

 

 

Leggi tutto

07/02/2020 

M5S: ritorno alle origini ma i numeri continuano a calare.

Di Roberto Arditti

 

“Sapevamo e sappiamo che il sistema avrebbe provato e proverà in tutti i modi a cancellare le leggi che abbiamo fatto in un anno e mezzo di governo”. Sono le parole d’ordine di sempre, i mantra delle origini a impregnare la reazione d’orgoglio del Movimento 5 Stelle e del suo “autodetronizzato” capo politico Luigi Di Maio.

Ritornare dove tutto è cominciato, allo “spirito del vaffa”. Sembra essere questa la strategia di una fazione consistente dei pentastellati dopo il tracollo alle Regionali.

 

 

Leggi tutto

31/01/2020 

I ceti popolari votano a destra, i "millennials" si astengono e le città scelgono la sinistra. Ecco i segreti del voto in Emilia Romagna.

Di Roberto Arditti

Perfino nella “ricca e felice” Emilia Romagna le classi popolari scelgono i sovranisti. Una dimostrazione del fatto che per arginare la nuova destra non basta avere un welfare sul modello scandinavo e un tasso di disoccupazione tra i più bassi d’Italia. Gli indicatori economici non spiegano tutto, il disagio di una parte dell’elettorato è molto più profondo ed ha molto più a che fare con la percezione che con la realtà.

Leggi tutto

24/01/2020 

Torna la voglia di "rivoluzione"

Di Roberto Arditti

Salvini “citofona”, l’Italia arrabbiata risponde. Il blitz del Capitano che suona al campanello di un presunto spacciatore tunisino irrompe negli ultimi giorni dell’incandescente campagna elettorale emiliana dimostrando ancora una volta la sua abilità nel conquistarsi il centro della scena.

 

 

23/01/2020 

Gli italiani: sì al "trumpismo" ma no a Trump

Di Roberto Arditti

In un’Italia in cui i sovranisti avanzano a vele spiegate, sarebbe logico aspettarsi un gradimento stellare per Donald Trump, “padre nobile” della nuova destra nativista incarnata dal tandem Salvini - Meloni. Eppure, le cose non sono cosi lineari come appaiono.

 

È una rilevazione di SWG a mostrarci il paradosso di un’Italia che apprezza il trumpismo come stile politico ma che ha poca fiducia nelle scelte strategiche del Tycoon sullo scacchiere internazionale.

 

 

 

15/11/2019 

L'emergenza clima e il partito che non c'è.

Nelle immagini di Venezia sommersa dall'acqua si materializza la paura più grande degli italiani. Una preoccupazione che cresce nella società generando un vuoto di rappresentanza politica che finora nessun partito vuole o riesce a colmare.

Leggi tutto

28/10/2019 

Lo shock umbro spiegato con i numeri

Esperimento fallito ai blocchi di partenza. L’illusione di un nuovo bipolarismo tra un rinnovato centro-sinistra di governo e un fronte sovranista naufraga nelle urne umbre. Dopo 50 anni, cade un’altra roccaforte socialdemocratica. Un risultato atteso, ma non in queste proporzioni, che fa subito assumere all’abbraccio giallo-rosso di Narni (Conte, Zingaretti, Di Maio e Speranza) il sapore di un inspiegabile harakiri di governo.

È Swg a consegnarci una fotografia dei flussi di voto utile a comprendere le ragioni del trionfo della nuova Presidente Donatella Tesei.

 

Leggi tutto

27/09/2019 

Matteo Renzi atto primo. Italia Viva c'è, ma non sarà una passeggiata.

Ho smesso di guardare House of Cards alla seconda stagione" aveva detto tempo fa Matteo Renzi ripudiando l'amata serie tv. Eppure, in questa frenetica estate politica appena conclusasi, l'ex segretario del PD ha messo a segno colpi di scena degni della sceneggiatura del thriller politico americano.

20/09/2019 

Al Viminale si gioca la partita decisiva per il governo giallo-rosso. I numeri parlano chiaro.

di Roberto Arditti

I governi passano ma i sentimenti restano e la paura di una presunta "invasione" è tutt'altro che sopita.

 

13/09/2019 

L'inedita alleanza a cui piace il governo giallo-rosso: Generazione Z e pensionati.

di Roberto Arditti

Nonni e nipoti, insieme a sostegno della nuova maggioranza giallorossa. È su questa inconsueta alleanza tra due generazioni distanti anagraficamente ma oggi politicamente vicine che si regge buona parte del sostegno al Conte-bis.

 

06/09/2019 

La crisi più pazza del mondo è finita. Ecco cosa cambia nei partiti.

di Roberto Arditti

Un voto "sovietico" o un esito plebiscitario, come lo ha definito Luigi di Maio. Il Sì dei 63mila di Rousseau (circa l'80% dei votanti) al nuovo governo Conte sembra aver messo momentaneamente a tacere i malumori pentastellati verso un'alleanza con il nemico di sempre. Ma se il popolo degli iscritti appare granitico, tra la base allargata degli elettori sembra esserci più di qualche perplessità.

02/08/2019 

C'è voglia di comunità, ultimo bene rifugio degli italiani

di Roberto Arditti

Alla ricerca di una “comunità gruccia” su cui ciascuno possa appendere timori, ansie e preoccupazioni. L’evocativa immagine di Bauman è più che mai valida nell’Italia di oggi; un bisogno di appartenenza abilmente intercettato dal fronte sovranista, che sul richiamo ai legami identitari ci ha costruito la propria fortuna politica, e a cui i progressisti faticano a dare una risposta alternativa e credibile.

 

È una rilevazione di SWG a raccontarci come per la stragrande maggioranza dei cittadini (81%) sia importante sentirsi parte di un gruppo coeso. Un sentimento che ha poco a che fare con la voglia di unità nazionale e ha molto più il sapore di una spinta tribale.

26/07/2019 

Italiani di lotta e di governo

di Roberto Arditti


Nell'Italia populista si può essere tutto e il contrario di tutto; il governo può ricoprire sia il ruolo della maggioranza che quello dell'opposizione e i cittadini possono essere in prima linea sulle barricate e nel mentre applaudire l'esecutivo gialloverde.

È una rilevazione di SWG a fotografare i due volti di un Paese che, in larga parte, invoca il cambiamento ma al contempo sostiene chi al potere c'è già.

19/07/2019 

I professori, croce e delizia del popolo

di Roberto Arditti


“Io faccio l’avvocato, lei non so”. “Da ottobre, mi chiami dottoressa”. Nello scambio di cinguettii al veleno tra Maria Elena Boschi e Paola Taverna torna in auge un’antica e mai risolta diatriba: quella della competenza in politica. Per valutare l’abilità di un parlamentare bisogna consultare il suo libretto universitario? E soprattutto, nell’epoca del “nuovismo”, l’esperienza è una virtù da esibire con un pizzico di autocompiacimento oppure un vizio da celare pur di non essere additati come vecchi arnesi del sistema?

A rivelarci come la pensano gli italiani su questo tema è un sondaggio di SWG.

Leggi tutto

12/07/2019 

Ci salverà lo sport? I dati dicono di sì

di Roberto Arditti


Nell’Italia disfattista del 2019 c’è qualcosa che, per la stragrande maggioranza dei cittadini, non va poi così male. In un mare di paure, insicurezze e frustrazioni, come più volte accaduto, il Paese si aggrappa a una piccola ma evocativa ancora di salvezza: lo sport.

È una fotografia di SWG a raccontarci come il 66% degli intervistati si considera appagato dalle gesta delle squadre e degli atleti azzurri.

Leggi tutto